Se non vuoi perderti nemmeno una ricetta unisciti al mio blog!

Stai cercando una ricetta?

Lisa

Benvenuti nella mia cucina!
Non c'è niente di più appagante che vedere i miei ospiti soddisfatti dopo aver mangiato uno dei miei piatti.

31/03/11

Gamberi in salsa rosa all'aceto balsamico



Buongiorno, vi anticipo che ho una bella sorpresa che vi svelerò nei prossimi giorni visto che ora è ancora in fase di attuazione! Non posso dirvi nulla anche se in realtà non sto più nella pelle!!!!!!


Oggi invece vi posto una piccola precisazione per preparare i gamberi con la salsa rosa.
Innanzitutto procedete come nella ricetta precedente, ma questa volta, invece che mettere la maionese classica ho deciso di utilizzare la maionese con aceto balsamico inviatomi dalla Cascina San Cassiano.

E' una maionese che non ho avevo mai assaggiato ma utilizzandola per questa ricetta ho notato che ha un gusto particolare, deciso e delicato allo stesso tempo.

Ve la consiglio vivamente!

E' piaciuta persino a mio marito che ha dei gusti molto difficili!

L'altro ingrediente che ho utilizzato per fare questa salsa rosa è stato il ketchup della Mutti che ha un gusto leggermente piccante!

Direi che come accoppiata è davvero vincente!

Vi consiglio davvero di provarli!

29/03/11

Pane di segale



Buongiorno a tutti!
Con fierezza vi mostro la mia ultima creazione: il PANE DI SEGALE!

L'ho fatto per domenica a pranzo e come al solito è stato graditissimo!!!
Il mio forno è particolarmente predisposto per sfornare degli ottimi panini e focacce!!!



Provatelo e fatemi sapere che ne pensate.

Ingredienti:
250 gr. di farina 00
250 gr. di farina di segale (per me Molino Chiavazza)
4 cucchiai di olio evo
1 bustina di lievito
1 cucchiaino di zucchero
2 cucchiaini di sale
acqua q.b.

Cominciare unendo le farine setacciate al lievito, dopo di chè unite zucchero, sale e i cucchiai di olio. Una volta mescolati bene gli ingredienti amalgamateli con acqua fino a creare un impasto elastico e morbido.
Lasciate riposare per 1 ora e successivamente lavoratelo nuovamente con le mani e mettetelo a lievitare per altre 3/4 ore nella teglia oleata che userete per infornarlo.
Trascorso questo tempo cuocetelo nel forno preriscaldato per 30 minuti. Per i primi 15 minuti tenete la temperatura a 200° e per gli ultimi 15 minuti abbassate a 170°.

Ps. Non dimenticate la solita ciotola con acqua nel forno durante la cottura!

28/03/11

I miei biscotti ripieni d'Amore

Confettura di lamponi Atmosfera Italiana



Se qualcuno si chiedesse di che biscotti si tratta vi dico subito che sono una mia invenzione!
Vi spiego subito il perchè.
Oggi mi sento parecchio smielata e dolce dolce, infatti il maritino se ne è accorto stamattina quando non riuscivo a staccarmi dal suo abbraccio.
E' a questo punto che mi è balenata l'idea dei biscotti ripieni d'amore (come li chiamo io) o meglio: biscotti di pasta frolla a cuore uniti dalla confettura di lamponi ricevuta dal sito Atmosfera Italiana!
Non una semplice confettura, ma un prodotto dalla consistenza ricca, preparato con la polpa dei frutti interi. Il profumo intenso di frutta fresca dona al palato un sapore dolce e marcato che si unisce perfettamente con questo tipo di biscotto.

Ingredienti:
pasta frolla (la ricetta qui)
marmellata di lamponi

Stendete la pasta frolla dopo averla fatta riposare in frigorifero per almeno mezz'ora e con gli stampini a cuore create la base dei vostri biscotti. Con uno stampino più piccolo create la parte superiore del biscotto come in foto e spolverizzatela di zucchero a velo. Stendete la confettura su tutti i cuori inferiori e fateli aderire alla parte superiore. Ecco spiegato il quesito dei biscotti ripieni d'Amore.
Buon appetito!

24/03/11

Frollini alla nocciolata


Buongiorno a tutti, adoro quando il sole riempie la casa di luce e scalda attraverso le finestre!
Questi sono i momenti che mi ricaricano e infondono in me voglia di fare e di cucinare.

Ieri avevo della pasta frolla (la ricetta della pasta frolla la trovi qui) che avanzava così ho deciso di usarla per fare dei piccoli biscottini e incollarli tra loro con la mitica Nocciolata che ormai si vede sempre più spesso in giro per il web.

La Nocciolata Rigoni di Asiago, per quei pochi che non lo sapessero, è una crema spalmabile di cacao e pasta di nocciole italiane da agricoltura 100% biologica, gustosa, genuina, altamente digeribile e sana, adatta per essere gustata sul pane o come base per farciture e guarnizioni.

Avete visto che bellini?
Sono così buoni che finiscono sempre troppo presto!

23/03/11

Pane al sesamo


Questo è il mio primo approccio con il pane e il risultato è stato quello di un pane croccante e morbido allo stesso tempo. L'ho fatto già diverse volte a casa e ormai ogni domenica a pranzo dal mio forno esce un bel filone...

E' una grande soddisfazione vedere che sparisce nel giro di poco!
Per non parlare del profumo che aleggia per casa....

Ingredienti:

500 gr. di farina "00"
1 bustina di lievito di birra
1/2 cucchiaino di zucchero
1 cucchiaino di sale
acqua tiepida q.b.
4 cucchiai di olio e.v.o.
4 cucchiai di sesamo

Cominciate tostando i semi di sesamo in una padella, quando saranno colorati spegnete e lasciate da parte.
Proseguite setacciando la farina e versandola in una ciotola con il lievito; aggiungete il sale, lo zucchero, l’acqua e l’olio e mescolate gli ingredienti con un impastatrice o a mano.
Lavorate il tutto per almeno cinque minuti fino ad ottenere un impasto liscio.
A questo punto incorporate all’impasto i semi di sesamo che avete tostato; copritelo e fatelo lievitare al caldo per 1 ora.
Passato il tempo riprendete l’impasto e lavoratelo velocemente, dividetelo in 3 filoncini e create una treccia, mettetelo in uno stampo oleato e lasciatelo lievitare ancora (al caldo) per circa 2/3 ore (fino al raddoppio che dipende dalle condizioni ambientali).
Una volta raddoppiato, cuocete in forno preriscaldato a 170° per 35 minuti.

Consiglio: Ricordate di sistemare nel forno (prima di accederlo) una bella ciotola di terracotta con dell’acqua per creare la giusta umidità durante la cottura che consentirà di avere esternamente una bella crosticina ed un pane morbido all'interno.

22/03/11

Benvenuta primavera! I miei cioccolatini primaverili


Benvenuta primavera 2011!
Ti festeggio creando dei cioccolatini fondenti con le forme della primavera: coniglietti, fiori, coccinelle a cuoricini.
E' una ricetta semplicissima, io ho provato con il cioccolato fondente che a casa mia è superapprezzato e devo dire che l'esito è stato sopraffino.
Fate fondere il cioccolato fondente in una casseruola e versatelo negli stampini (per me i choco ice spring della Pavoni).
Mettete lo stampo contenente i vostri cioccolatini in freezer per 2 orette e servite.
Da me sono finiti in un batter d'occhi!!!

Provare per credere!

21/03/11

Budino, panna e fragole



Caro papà,
per la tua giornata ho voluto prepararti un dolce che ami tanto: il budino.
Questa volta però l'ho voluto decorare e presentarlo diversamente.
Spero che questo gesto sia per te un segno tangibile del mio affetto e della mia stima.
Tua figlia.


Questo dolce non ha bisogno di una particolare spiegazione, c'è solamente
bisogno di:
500 ml di latte
1 busta di preparato in polvere per budino al cacao
fragole q.b.
200 ml di panna da montare fresca

Fate il budino (dosi per 4 persone) e lasciatelo riposare in frigo per qualche ora, successivamente montate la panna montata, lavate le fragole e tagliatele a spicchi.
Quanto il dolce sarà ben freddo versatelo su un piatto da portate e decoratelo a vostro piacimento.

18/03/11

Torta Mimosa



Ecco a voi la mia prima torta elaborata.
La ricetta l'ho trovata su una vecchia rivista che girava per casa, come difficoltà di preparazione diceva: elevata.
Essere riuscita a farla senza problemi e con un gusto sopraffino è una grande soddisfazione!

Per la torta mimosa è necessario preparare due Pan di Spagna, uno sarà farcito con la crema pasticcera arricchita da panna montata, e costituirà la base della torta, mentre dall’altro Pan di Spagna si ricaveranno dei piccoli cubetti che serviranno a ricoprire la torta per l’effetto “mimosa”.

Per 2 Pan di Spagna del diametro di 22 cm l'uno:
200 gr. di farina
40 gr. di fecola di patate
4 uova
8 tuorli
220 gr. di zucchero

Per la crema pasticcera
55 gr. di farina
300 ml. di latte
300 ml. di panna
8 tuorli
mezza bacca di vaniglia
200 gr. di zucchero
(se non si ha tempo si puo' utilizzare il preparato per crema pasticcera della Molino Chiavazza)

Per la bagna al liquore (io non ho messo nessun liquore)
100 ml di acqua
50 ml di Cointreau (ma anche Alchermes ecc.)
50 gr. di zucchero


Per la panna montata zuccherata
200 ml di panna fresca
20 gr. di zucchero a velo

Mettete le uova intere e lo zucchero in una planetaria e montate gli ingredienti per almeno 10 minuti a velocità elevata fino ad ottenere un composto molto gonfio (in alternativa utilizzate le fruste di uno sbattitore elettrico e se fate a mano munitevi di pazienza perchè ci vorrà ancora più tempo).
Aggiungete i tuorli e continuate a montare per altri 5 minuti.
Unite al composto di uova la farina e la fecola preventivamente setacciate:
amalgamatele delicatamente con una spatola con dei movimenti che vanno dal basso verso l’alto per introdurre altra aria. Versate l’impasto ottenuto in due teglie imburrate ed infarinate del diametro di 22 cm e cuocete in forno statico a 180-190 gradi per circa 30 minuti (se ventilato a 160/170°). Una volta cotti, sfornate i pan di spagna e lasciateli raffreddare.
Nel frattempo preparate la crema pasticcera. Mettete in un tegame il latte, la panna e la bacca di vaniglia tagiata su tutta la sua lunghezza. Scaldate bene senza fare bollire e lasciate in infusione almeno 10 minuti. In un altro tegame mettete i tuorli e lo zucchero; mescolate con un cucchiaio di legno e infine aggiungete la farina.
Mescolate con un mestolo di legno e poi unite il composto di latte e panna calda (dopo aver eliminato la bacca di vaniglia), quindi stemperate il tutto con una frusta. Mescolate vigorosamente per evitare che si formino grumi.
Accendete il fuoco e fate addensare: non appena la crema comincerà a sbuffare spegnete il tutto e versatela in una teglia bassa e larga.
Se non aveste tempo di preparare la crema, vi consiglio di utilizzare un preparato pronto di buona qualità come quello della Molino Chiavazza.

A questo punto ricoprite la crema pasticcera con della pellicola trasparente che deve toccare la superficie della crema e mettetela a raffreddare in frigorifero o in freezer.
Preparate la bagna facendo sciogliere in un pentolino lo zucchero assieme all’acqua e al liquore (opzionale, io non l'ho messo e ho sostituito la quantità di liquore con l'acqua), quindi fate raffreddare.

Montate la panna ben fredda con uno sbattitore: non appena comincerà a gonfiare unite lo zucchero a velo e portate a termine la montatura, poi mettete il tutto in frigorifero.

Quando la crema pasticcera sarà fredda mettetela in una ciotola e ammorbiditela lavorandola con una spatola, unite delicatamente la panna montata, tranne due cucchiaiate che terrete da parte.
Eliminate dai due pan di spagna la parte scura esterna, con un coltello dalla lama lunga dividete uno dei pan di spagna ricavandone tre dischi di uguale spessore e dall’altro tagliate delle fette dello spessore di un centimetro che poi taglierete in 3 striscioline da ridurre successivamente in cubetti.

Si procede ora con l'assemblaggio della torta: per ottenere una torta perfetta sarebbe meglio utilizzare un cerchio di acciaio regolabile, dentro il quale mettere il primo disco di pan di spagna che inzupperete con la bagna e sul quale stenderete un velo di panna montata zuccherata, una cucchiaiata.

Sopra la panna stendete la crema pasticcera mista a panna e poggiatevi sopra il secondo disco di pan di spagna: ripetete quindi tutto da capo fino a che non avrete poggiato il terzo disco. Sfilate dunque il cerchio di acciaio e ricoprite tutta la torta con la crema avanzata.

Una volta ricoperta, passate alla decorazione facendo aderire i cubetti di pan di spagna alla crema che fungerà da collante. Una volta ricoperta, mettete la torta in frigorifero, meglio se coperta in modo che non prenda odori sgradevoli o si secchi troppo.

Consiglio: quando la montate fatelo già sul piatto di portata perchè quando sarà decorata sarà impossibile trasferirla; io l'ho montata e servita sul piatto in ceramica della Pavonidea.

Buon appetito!

15/03/11

Crema pasticcera

La crema pasticcera è tra le creme più usate in pasticceria; viene usata per farcire crostate, bignè, dolci di pasta sfoglia, dolci millefoglie, ma anche pan di Spagna e semifreddi, budini e moltissimi dolci al cucchiaio.

Questa è la ricetta classica della crema pasticcera, poi ci sono altre varianti, per esempio quella che ho usato per fare la torta di cui vi parlavo ieri e che vi svelerò proprio domani ha anche come ingredienti la panna ma di questo parleremo domani.

Ingredienti

50 gr. di farina
500 ml. di latte
6 tuorli d'uovo
1 baccello di vaniglia
150 gr. di zucchero

Mettete in un tegame il latte e portate quasi a sfiorare il bollore, poi aggiungete la bacca di vaniglia, che avrete inciso con la lama di un coltello per tutta la sua lunghezza.
In un altro tegame mettete i tuorli e lo zucchero, mescolate con un cucchiaio di legno e poi aggiungete la farina . Mescolate con un mestolo di legno e poi unite al latte (prima eliminate la bacca di vaniglia), quindi stemperate il tutto con una frusta.
Accendete il fuoco e fate addensare: non appena la crema comincerà a sbuffare spegnete e versate la crema in una teglia bassa e larga.
Per evitare che si formi una crosticina sulla superficie, copritela con della pellicola (deve aderire alla crema) e riponetela fino a completo raffreddamento in frigorifero o in freezer.

Consiglio:
Se non trovate il baccello di vaniglia, in sostituzione potete usare qualche goccia di essenza di vaniglia o una busta di vanillina; eviterete così anche il tempo di infusione.
Se volete potrete usare una scorza di limone per profumare la crema, che toglierete dopo l’infusione, oppure potrete incorporare, mescolando con una frusta, degli alcolici prima che la crema si raffreddi (meglio di no se la torta è destinata a dei bambini).

14/03/11

Pan di Spagna

Proprio ieri ho fatto una torta strepitosa sia di estetica che di gusto, basta dire che le dosi erano per 10 persone, noi eravamo in 6 ed è finita in meno di 10 minuti!

Lascio un po' di suspance, non vi dico che torta era, vi dico solo che ha una base morbidissima quindi oggi comincio postando la ricetta perfetta per il Pan di Spagna.

Domani proseguo con la crema che ci ho messo e dopodomani vi do' la ricetta della mia creazione.

Dosi per un disco da 22cm di diametro:
100 gr. di farina
20 gr. di fecola di patate
2 uova
4 tuorli
110 gr. di zucchero


Cominciate mettendo le uova intere e lo zucchero in una planetaria (in alternativa uno sbattitore elettrico) e montate gli ingredienti per almeno 10 minuti a velocità elevata fino ad ottenere un composto ben gonfio.
Aggiungete i tuorli e continuate a montare per altri 5-6 minuti.
A questo punto unite al composto di uova la farina e la fecola setacciate, facendo attenzione ad amalgamarle delicatamente con una spatola con dei movimenti che vanno dal basso verso l’alto per introdurre altra aria.
Versate l’impasto ottenuto in una teglia imburrata ed infarinata e cuocete in forno statico a 180/190 gradi per circa 30 minuti (se avete il forno ventilato tenete una temperatura attorno ai 160/170°.
Una volta cotto, sfornatelo e fatelo raffreddare.

11/03/11

Pasta Frolla


La pasta frolla è un impasto di farina e altri ingredienti come sale, zucchero, burro, uova e aromi (vaniglia, vanillina o la buccia di un agrume) lavorato fino ad assumere una consistenza piuttosto compatta, ma il risultato finale varia in base alla ricetta e della quantità degli ingredienti che si utilizzano.

E' un impasto dolce utilizzato per produrre torte, biscotti e molte varietà di pasticcini da cuocere in forno.
L'impasto una volta cotto ha un aspetto friabile perchè l'ingrediente più importante è il burro (sostituibile con la margarina), quest'ultimo dovrà essere freddo di frigorifero e impastato delicatamente con le dita o più comodamente con un'impastatrice (quest'ultimo è il caso più consigliato, per evitare di surriscaldare troppo il burro); essendo il burro l'ingrediente principale per la preparazione della pasta frolla (in generale su 500g di farina si utilizzano 250-300g di burro) essa risulta estremamente calorica (ca 400 kcal per 100 g).

Di paste frolle ne esistono di diversi tipi e per diversi utilizzi:

- pasta frolla per biscotti, per crostate, frolla montata (usata per realizzare biscotti e prodotti di piccola pasticceria estremamente friabili, di consistenza tendente al cremoso, vista la quantità di burro impiegata, generalmente si usa il rapporto farina-burro di 1:1, per questa frolla è consigliabile adottare un'impastatrice visto che la sua consistenza renderebbe molto diffcile o quasi impossibile l'impasto a mano);

- pasta frolla ovis mollis, cioè frolla nella quale si utilizzano tuorli d'uovo sodi e setacciati, utilizzata per ottenere dei biscotti e pasticcini friabilissimi, quasi farinosi, un risultato di fine pasticceria.

Ingredienti di base per una crostata del diametro di 24 cm:

300 gr. di farina
110 gr. di burro
150 gr. di zucchero
1 uovo intero
un pizzico di sale

10/03/11

Pausa pranzo: 9 minuti


Sono in ufficio e prima di cominciare a lavorare mi prendo, lo devo fare per forza, 10 minuti per scrivere un post riguardante la mia pausa pranzo!!!

Esco sempre dall'ufficio alle 12.30 e oggi prima di andare a casa a godermi il mio pranzetto meritato ho dovuto fare la spesa.

Beh.. sì... tutti facciamo la spesa ma oggi ho dovuto farla anche per mia mamma!!!
Sono entrata nel supermercato alle 12.35 e ne sono uscita alle 12.57.

Sono corsa a casa di mia mamma (che non c'era), ho preso le chiavi di casa sua, sono entrata, ho scaricato e me ne sono andata.

Sono partita per casa mia e alle 13.20 sono arrivata.

Ho sistemato la spesa più urgente in frigorifero e l'altra l'ho ammassata vicino alla porta sperando che mio marito capisca di riporla nell'armadio appena torna dal lavoro. La speranza è l'ultima a morire...

Tutto questo ad una velocità: mmm.. direi.... mmm : SUPERSONICA!

A questo punto mi sono messa a "cucinare" una indegna insalatona composta da: rucola, pomodorini e scamorza (tutti rimasugli trovati in frigorifero).

Alle 13.31 mi sono finalmente seduta a pranzo!
Evvai... era ora di un po' di relax!!!

Per sbaglio ho guardato l'ora e mi sono detta: Noooooo !!! E' tardissimo!!!!

Ho ripreso la velocità supersonica, ho mangiato la mia insalata, bevuto un caffè e sono uscita di casa alle 13.40 perchè alle 14 dovevo essere in ufficio puntuale come un orologio!!!

Ma dico: quante/i di voi sono messi così???
9 minuti di pausa pranzo sono scandalosi!
Mi sà che tra non molto mi ridurrò a mangiare 2 biscotti mentre sono in auto.

E ora: SI LAVORA!

Sigh...

Plumcake ai semi di papavero


Buongiorno a tutti, oggi sono allegra, l'weekend si avvicina e proprio ieri sera ho fatto un altro dei miei esperimenti: PLUMCAKE AI SEMI DI PAPAVERO.

E' ideale per la prima colazione: leggero, semplice e buono; inoltre i semi di papavero hanno un sapore delicato che si accompagna benissimo con i dolci e hanno anche un potere rilassante.

Ingredienti:

300 gr. di farina bianca con lievito (per me Molino Chiavazza farina e lievito)
140 gr. di zucchero
3 cucchiaini di semi di papavero (per me Mondospezie)
1 pizzico di sale
70 gr. di burro
2 uova
1 bicchiere di latte
(ps. 1 bustina di lievito se non avete la farina che lo contiene già)

Cominciate mescolando tra loro le uova con lo zucchero, la farina bianca con il lievito, il pizzico di sale, il burro e per ultimi i semi di papavero.
A questo punto aggiungete il bicchiere di latte fino a che l'impasto è diventato fluido.

Imburrate uno stampo da plumcake (per me quello della Pedrini), versate il composto e infornate per almeno 30' a 170°.

Sfornatelo, fatelo freddare e servite con te, latte o caffè.
Vi assicuro che il buon inizio di giornata è assicurato con questo dolcetto!

Buon appetito!

09/03/11

Torta salata zucchine e formaggi


Giornata di sole ma fredda qui a Bergamo e la voglia di cucinare è sempre alta ma il tempo a volte scarseggia e così perchè non fare qualcosa di buono ma veloce?


Ingredienti:
1 rotolo di pasta sfoglia
2 zucchine
100 gr. di ricotta
qualche pezzetto di formaggio emmenthal
2 uova
formaggio grana o parmigiano grattato (per me Gran Kinara)

Cominciate tagliando a rondelle le zucchine, salatele leggermente e fatele cuocere al vapore.
Fatto questo siete pronti per riempire la vostra torta salata:
stendete nel vostro stampo da forno la sfoglia (per me stampo da forno Guardini: eccellente!), mischiate zucchine con ricotta e stendete il tutto sulla sfoglia, aggiungete sopra i pezzetti di formaggio emmenthal, sbattete 2 uova e versatele nel composto, infine spolverizzate con il formaggio grattato.
Io ho usato il Gran Kinara che mi hanno spedito le Fattorie Fiandino : il primo formaggio a lunghissima stagionatura con vero caglio vegetale.

Infornate per 25 minuti a 170°.

Buon appetito!

08/03/11

Crostata al limone e rosa canina




Buongiorno a tutti e un augurio speciale a tutte le donne visto che oggi è la loro giornata.

Per iniziare bene la giornata vi rendo partecipi della mia nuova collaborazione con "Rigoni di Asiago" e "Guardini".


Rigoni di Asiago è un grande marchio specializzato nella produzione di prodotti esclusivamente provenienti da agricoltura biologica mentre la società Guardini è specializzata nella produzione di stampi da forno.



Di questi grandi marchi io ho utilizzato per la mia ricetta 3 prodotti:

Fior di Frutta al limone
Fior di Frutta alla Rosa Canina

Stampo per crostata con fondo smontabile



Il risultato ottenuto è stato una crostata ricca di sapore grazie alle marmellate Rigoni di Asiago e anche una crostata pratica da servire grazie allo stampo smontabile.
Sono due società veramente affidabili e consigliate!
Grazie ad entrambe per avermi dato la possibilità di utilizzare i loro prodotti!


Ingredienti:

per la pasta frolla
300 gr. di faria
110 gr. di burro
150 gr. di zucchero
1 uovo intero
un pizzico di sale

per la farcitura
Fior di Frutta Rigoni di Asiago al limone
Fior di Frutta Rigoni di Asiago alla Rosa Canina

Ho cominciando mettendo nella planetaria tutti gli ingredienti (il burro a temperatura ambiente e ridotto a pezzetti) e una volta mescolati bene li ho impastati a mano in modo tale che il burro si sia amalgamato bene con il resto degli ingredienti.
Ho lasciato riposare l'impasto in frigo per 30 minuti circa.

Successivamente l'ho ripreso e con un mattarello l'ho steso su un piano (sopra ad un fondo di farina) e ho spianato la base per la mia crostata.
L'ho ritagliata e appoggiata delicatamente nello stampo Guardini; poi ho ritagliato una striscia larga circa 1.5 cm e ho creato il bordo della crostata.
A questo punto l'ho adagiato nella teglia e con l'aiuto delle dita l'ho fatto appiccicare alla base.
Ho versato un po' di marmellata biologica Rigoni di Asiago al limone e un po' alla Rosa Canina e le ho sparse per tutta la crostata.

Infine, con la pasta frolla restante ho creato le striscie per decorare la crostata e ho infornato a 170° per 25 minuti con forno ventilato.

Buon appetito!

07/03/11

E l'autostima cresce....

Buongiorno a tutti, eccomi riapparsa dopo una settimana passata a letto con l'influenza...

Ero proprio a terra, non avevo voglia di fare nulla, persino la mia voglia di cucinare si era spenta...

Ora sono tornata e con piacere noto che il sito R2M ha pubblicato una recensione sul mio blog.

Sono felicissima perchè ha colto in pieno il senso del mio blog e non posso far altro che rimandarvi al link per leggere le belle parole che hanno riservato per me.

Voglio ringraziarli e ricambiarli dedicando loro questo post. R2M è un'enoteca online specializzata nella vendita di vino, champagne, whisky, rum, grappa, birra e altri distillati provenienti da più parti del mondo con particolare attenzione per i prodotti Italiani.

Accanto alla sezione enologica, è nato successivamente anche il reparto High Quality Food, che propone alimenti di alta qualità scelti e selezionati attentamente dai loro collaboratori.
Con oltre 600.000 visitatori nel corso degli ultimi dodici mesi, con più di 5.000 prodotti in catalogo, con oltre 1.000 articoli e news legate al mondo gastronomico e con più di 50 nazioni servite dal loro servizio, R2M può a buon titolo vantarsi di essere il punto di riferimento online per tutti coloro che, all'interno del mondo eno-gastronomico, ricercano la qualità, la cortesia e l’ampia scelta di prodotti.

Tutti questi prodotti sono acquistati direttamente da produttori e rivenditori accuratamente selezionati per i loro rigorosi controlli di qualità. Le caratteristiche essenziali del prodotto sono presentate sul loro sito all'interno di schede personalizzate. Inoltre tutti gli adempimenti di legge riguardo i controlli sulle scadenze e le condizioni igieniche di mantenimento sono rispettati.



Vi consiglio di visitare questo sito che ha una vastissima gamma di prodotti "ad hoc".